Il Volontario Anonimo

Insomma, io me li immagino anche, seduti intorno al tavolo che pensano a dove mandare i volontari con la maglietta “Vota Zucchi”.

– Bé servirebbe un posto pieno di gente…
– Sì! Con questo caldo ci sarà una bella festa popolare dove andare a farsi vedere.
– Aspetta, ho il programma delle Feste dell’Unità… Sì, c’è quella di Pianengo!
– La conosco! Ci sono stato l’anno scorso con la famiglia… Si mangia benissimo! I tortelli poi… Sono i migliori del cremasco!
– Sì, vero!

E così si sollevò il coro di conferme per i tortelli di Pianengo, i più buoni del cremasco.

Ma attenzione, perché rimaneva da scegliere chi mandare. I tortelli sono buoni, ma nel covo del PD, con la maglia di Zucchi, magari qualcuno la prende male. E fu qui che la storia del volontario anonimo iniziò a prendere forma.

Dal fondo della sala salì un: “Vo me!”. Il volontario anonimo si alzò, guardò tutti negli occhi e prima di andare disse: “Se turne mia… Votate anche per me… Vi direi votate bene, ma poi ci chiederemmo cosa ci stiamo qui a fare…”. Sussurrando quest’ultima frase volo via sulla sua bicicletta in direzione Pianengo.

Quando arrivò alla festa era fiero e impettito, ma a ogni passo, a ogni sguardo si senti sempre meno fiero e impettito. Sotto il tendone vide una donna sorridente e penso che lei magari non lo avrebbe giudicato da quella maglietta. Ma dopo un paio di minuti di monologo si accorse che stava parlando con cartonato di Stefania Bonaldi.

Il bar! Certo una birretta mi aiuterà a calmarmi… Ed è qui che lo ritraggono le foto, intendo a sorseggiare una birra mentre guarda la festa e pensa che, alla fine, nessuno gli ha detto niente. E magari tutte quelle storie che ha sentito su quelli del PD non sono proprio vere. Di più: magari sono vere quelle cose sui tortelli, che sono i migliori del cremasco.

Ma qui, la storia finisce e inizia la leggenda. Non sappiamo dove sia adesso il nostro volontario anonimo. Alcuni dicono di averlo visto mentre divorava un piatto di tortelli cremaschi per poi scappare come un Mr. Hide buono e in maglia gialla. Altri dicono che sia partito per Caravaggio a piedi in una sorta di pellegrinaggio mistico.

Forse non sapremo mai la verità. Ma noi, che in fondo ammiriamo il suo coraggio, lo aspettiamo anche l’anno prossimo. Lo aspettiamo perché siamo una festa democratica. Lo aspettiamo perché siamo di sinistra e dalla parte dei più deboli.

Lo aspettiamo perché noi siamo quelli che appoggiano Stefania Bonaldi a sindaco di Crema.

Annunci

Numeri vincenti lotteria compagna elettorale

Di seguito l’estrazione della sottoscrizione a premi della campagna elettorale a favore di Agostino Alloni per la Regione Lombardia:

  • 1° Estratto, 266
  • 2° Estratto, 900
  • 3° Estratto, 2025
  • 4° Estratto, 1241
  • 5° Estratto, 2833
  • 6° Estratto, 101
  • 7° Estratto, 103
  • 8° Estratto, 457
  • 9° Estratto, 955
  • 10° Estratto, 4483

Grazie a tutti!

Chiusura campagna elettorale Alloni

ago lombardia 2013

Care amiche e cari amici,
in occasione della chiusura della campagna elettorale, il candidato al Consiglio della Regione Lombardi, Agostino Alloni, terrà un incontro presso la Sala Polifunzionale di Pianengo (situata nel palazzo della Scuola Materna) venerdì 22 febbraio alle ore 21.

È un incontro importante perché si tratta di un candidato cremasco e soprattutto pianenghese che nella sua passata esperienza ha mantenuto forte e costante il legame col suo territorio e crediamo che questo, insieme alla sua competenza, siano tratto distintivo del suo operato in Regione Lombardia nello scorso mandato.

Vi aspettiamo quindi insieme ad Agostino per chiudere la campagna elettorale, per fare due chiacchiere e per dare maggiore forza alla sua candidatura in vista del voto del 24 e 25 febbraio.

IL VOTO
Vi ricordiamo che nella scheda verde, dedicata al voto per la Regione Lombardia, è possibile esprimere una preferenza. Questo è importante per l’elezione dei consiglieri e per questo vi chiediamo di esprimere la vostra preferenza e scrivere ALLONI nell’apposito spazio.

Incontro pubblico su Italia BeneComune

Il Circolo PD di Pianengo – Campagnola – Cremosano organizza per martedì 13 novembre alle ore 21 presso la sede del Circolo, un incontro pubblico di presentazione della carta d’intendi, sottoscritta da tutti candidati alle primarie del centro sinistra, Italia Bene Comune.

Durante l’incontro, inoltre, verranno spiegato come votare presso il seggio che verrà istituito il prossimo 25 novembre.

Per chi volesse iniziare a raccogliere informazioni può consultare il sito Italia. Bene Comune.

Inizia il percorso per le Primarie

In questi giorni sono state decise le regole per le Primarie. Finalmente.

Per chi vuole iniziare a capire come funzionerà il meccanismo delle primarie, segnalo questo interessante articolo de Linkiesta: Primarie centrosinistra, ecco il manuale per l’uso.

Va bene… Le regole non sono chiare e, come dice Luca Sofri in un suo articolo sul Post, forse non sono neanche chiare. Ma le primarie ci sono e rimangono una grande opportunità per la democrazia.

Nei prossimi giorni pubblicherò su questo sito tutte le novità sulle primarie e sull’organizzazione specifica per il nostro Circolo.

La responsabilità richiesta al PD

Arrivati allo scoglio della legge elettorale, la classe politica italiana torna a mostrare il suo volto peggiore. L’asse PDL-Lega si ricrea dimostrando all’Italia come vent’anni di mal-governo, sapientemente alternato a non-governo, che potevano sembrare ormai conclusi, di fronte all’interesse di partito possono rinascere in poche ore… Al peggio non c’è mai fine…

L’irresponsabilità di questi atteggiamenti sta nel creare un clima di assoluta incertezza nel dopo-Monti. Tornare alla situazione politica di qualche mese fa non va bene, non è positivo per il paese. Tornare a fare una campagna elettorale in cui si attacca il governo Monti prospettando facili soluzioni non è più accettabile e neanche sostenibile per il paese e la sua economia. Basta vedere come hanno reagito i mercati alla situazione creatasi all'”annunciazione”, perché di cosa miracolosa si tratta, della (ri)discesa in campo di Berlusconi.

In questo quadro di assoluta irresponsabilità la mia speranza è che il PD sappia dare un ulteriore esempio di responsabilità e di credibilità. Farsi trascinare in “beghe” da chi ha voluto l’attuale legge elettorale, si perché il “Porcellum” nasce da una proposta del sempre lungimirante ministro Calderoli, non è certo un atteggiamento intelligente. Non è quello che vuole e che serve all’Italia.